Danno alla tua auto per buche sull’asfalto? 8 consigli per ottenere un risarcimento.

Come si dice in questi casi: “speriamo che non accada mai” ma se accadesse o vi è già accaduto è utile sapere come fare.

Parliamo d’incidenti che possono verificarsi per la presenza di buche sull’asfalto e per i quali non ci sono stati feriti. I consigli che darò in questo post sono relativi a danni che si possono verificare all’interno del Comune di Prato poiché abito in questo comune e perché ho vissuto in prima persona questa esperienza. Direi però che questi consigli siano utili un po’ per tutti, facendo ovviamente riferimento agli uffici pubblici del vostro territorio presso i quali dovrete recarvi o rivolgervi per produrre la documentazione necessaria finalizzata alla richiesta di risarcimento del danno subito.

Vi dico subito una cosa. Scordatevi di riscuotere il 100% del danno richiesto. Comunque vada, nella migliore delle ipotesi, il danno verrà liquidato stabilendo una sorta di “concorso di colpa”. Nel mio caso, avendo spaccato uno pneumatico prendendo una buca, il danno mi è stato riconosciuto al 60%, praticamente decurtando un 20% per usura dello pneumatico e di un ulteriore 20% per una ravvisata corresponsabilità in quanto la zona era soggetta al limite di velocità di 50Km/h. Questo anche se la velocità non è stata rilevata da un agente di polizia. Quindi, mettetevi l’anima in pace e fatevi due conti se può o meno convenirvi richiedere un risarcimento.

Fatto?

Bene, se avete deciso che vi conviene potete continuare a leggere il resto del post…

Primo consiglio – evitate le buche: pare banale e scontato ma è forse il più importante di tutti. Cercate di evitare le buche. Lo so, pare una genialata dirlo ma è il modo più sensato e sicuro per non avere problemi di sorta. Sono beghe… Tempo, soldi, attese… Comunque, se siete approdati in questo post, con molta probabilità il primo consiglio è superfluo e siete alla ricerca di suggerimenti per tentare di recuperare un po’ di soldi che avete mandato in fumo beccando proprio quella stramaledetta buca.

Secondo consiglio – fotografare tutto. Se avete già preso la buca assicuratevi di fare subito le foto. E’ l’ora di fare un buon uso del vostro smartphone:

  • foto dell’area in cui si è verificato il sinistro: mi raccomando, fotografate l’asfalto, le condizioni generali del tratto di strada nel quale si è verificato l’incidente. Fotografate il punto esatto in cui è avvenuto (buca, dosso, crepa, ecc), fotografate dei punti di riferimento limitrofi al punto di impatto, importanti per identificare la zona esatta anche a distanza di tempo e qualora il tratto di strada venisse riparato (cartelli stradali, negozi, numero civico di un edificio, lampioni).
  • foto del mezzo e relativo danno causato dall’impatto: fotografate il vostro veicolo assicurandovi di includere degli scatti che comprendano la targa del veicolo e il danno. Poi realizzate delle foto in cui dettagliate il danno. Ad esempio, se il danno si limita allo scoppio di uno pneumatico, fotografate la ruota sgonfia e le eventuali imperfezioni al cerchio qualora si fossero presentate.

Terzo consiglio – il testimone. Se siete in auto con qualcuno fatevi rilasciare una dichiarazione firmata su quanto è accaduto. Vi sarà richiesta l’eventuale presenza di testimoni in loco durante l’incidente. Fatevi mandare dal vostro testimone una copia della sua carta di identità.

Quarto consiglio – digitalizzate tutto. Se siete avvezzi all’uso del computer, vi consiglio di digitalizzare tutta la documentazione e di farne un unico documento (magari un Word) nel quale allegare/inserire tutta la documentazione che produrrete.

Quinto consiglio – a chi rivolgersi. Per chi abita a Prato, l’ufficio competente che accoglie le vostre richieste di risarcimento danni è l’ASM in Via Paronese. Poiché la pratica andrà avanti per diversi mesi e vi sarà richiesto di produrre strada facendo (è il caso di dirlo) diversi documenti, vi consiglio di non ricorrere alla Raccomandata per inviare la documentazione ma di recarvi personalmente rivolgendovi all’Ufficio di Protocollo. Il tempo che impiegate alle Poste per fare la Raccomandata è decisamente superiore a quello che vi occorre per recarvi in Via Paronese e farvi protocollare i documenti che presenterete. Ricordatevi di produrre due copie degli atti che andrete a depositare. Uno lo lascerete all’impiegato e l’altro lo fate timbrare come ricevuta di consegna dei documenti.

Se poi decidete di spedire tutto per raccomandata, eccovi l’indirizzo:

A.S.M.
Via Paronese, 110, 59100 Prato
Uff. Sinistri attività di manutenzione ordinaria delle strade

Sesto consiglio – documentate tutte le spese con ricevute e fatture, soprattutto dell’eventuale pezzo danneggiato (ad esempio fattura del gommista per acquisto pneumatici, nel caso di rottura di una gomma).

Settimo consiglio – la documentazione da allegare. E’ importante che non dimentichiate nemmeno un documento. Rischiereste di veder passare alcuni mesi dalla consegna della vostra richiesta di risarcimento danni e poi vi viene richiesto un documento che non avete prodotto a suo tempo, allungando ulteriormente le tempistiche di liquidazione del danno. Quindi…. ecco cosa dovete presentare:

  • Foto descritte al punto due di questo post
  • Mappa dell’area in cui si è verificato il sinistro (fate uno screenshot da GoogleMap del punto esatto in cui è avvenuto l’incidente)
  • Fotocopia del vostro documento d’identità (fronte e retro)
  • Fotocopia del vostro libretto di circolazione (dell’auto danneggiata)
  • Fotocopia della patente di guida
  • Lettera di richiesta danno minuziosamente dettagliata. Scrivete tutto descrivendo quando, dove e come sono avvenuti i fatti. Non entrate nel polemico o nel personale. Limitatevi ai fatti descrivendoli con accuratezza e veridicità.
  • La lettera che vi rilascerà il vostro testimone in cui descriverà, dal suo punto di vista, come sono andati i fatti.
  • Fotocopia del documento d’identità del testimone
  • Fatture per cui richiedete il risarcimento del danno (carro attrezzi, carrozziere, gommista, ecc)
  • Eventuali verbali della Polizia Municipale (vedi sotto al paragrafo Consigli supplementari)

Ottavo consiglio – non esagerare. Il risarcimento si chiede su cose documentabili. Non includete cifre ipotetiche per cose soggettive non documentabili, tipo: “ho avuto tanta paura e per questo richiedo 1.000 Euro”, oppure: “a causa di questo incidente mi sono venuti i capelli bianchi e quindi chiedo una fornitura a vita di tintura per capelli”. Scherzi a parte, sono cose difficili da provare, a meno che non mettiate la questione nelle meni di un legale……

…..

…..

….lo perdiamo….. biiiiiiiip!

Consiglio supplementare 1

Come ho già detto se siete in questo post probabilmente il danno si è già verificato. Diversamente, se siete qui a titolo informativo, vi consiglio di tenere presente anche questo consiglio. Contattate subito, al momento del sinistro, la Polizia Municipale. Non i Carabinieri o la Polizia, solo la Polizia Municipale, sono loro che se ne occupano. Il loro intervento è utile a più scopi:

  • Darvi un supporto in caso d’impossibilità a proseguire il vostro percorso col mezzo accidentato
  • Verbalizzare l’incidente e produrre di conseguenza un’adeguata documentazione che allegherete alla vostra richiesta di risarcimento danno
  • Segnalare agli organi competenti la presenza di un evidente problema che va risolto con adeguati interventi da parte del personale addetto alla manutenzione stradale. Vi posso dire che se vi è successo un incidente che ha causato danni alla vostra auto, non potete immaginarvi cosa potrebbe accadere a qualcuno che percorre lo stesso tratto stradale con un motoveicolo che va a collidere con la medesima anomalia presente sull’asfalto. Potreste salvare al vita a qualcuno segnalando tempestivamente l’accaduto.

Richiesta documento Polizia Municipale PratoQualora il personale della Polizia Municipale non potesse intervenire, per qualsiasi ragione, vi suggerisco, una volta fatta la segnalazione per telefono appena avvenuto il sinistro, di recarvi i giorni a seguire presso il comando della Polizia Municipale per richiedere la trascrizione telefonica della vostra segnalazione. Tecnicamente si definisce “Richiesta rilascio copia atti”. A tale scopo vi consiglio di scaricare il documento che trovate qui a fianco e che dovrete riempire e consegnare all’ufficio che vi sarà indicato dal piantone all’ingresso del Comando della Polizia Municipale di Prato. Scrivete anche “due righe” in cui motivate la richiesta di tale documentazione e allegate il tutto in fase di presentazione.

L’atto richiesto non vi sarà rilasciato subito ma dopo qualche giorno. Dovrete tornare a ritirarlo presso il medesimo ufficio dove avete depositato la richiesta.

Consiglio supplementare 2

Vi suggerisco di riportare nella documentazione che consegnerete alla ASM il vostro indirizzo di posta certificata (ovviamente se lo avete) e di richiedere all’ufficio di protocollo della ASM l’indirizzo di posta certificata di riferimento a cui eventualmente inoltrare documenti integrativi che potrebbero esservi richiesti. In tal caso avrete un nominativo di un referente a cui rivolgervi, la certezza del ricevimento e accettazione della documentazione (prova certa, valida come una raccomandata) e eviterete di dover tornare i Via Paronese a consegnare ulteriori documenti.

Sempre per esperienza personale vi dico che dovrete comunque avere pazienza.  Ho avuto l’incidente a dicembre del 2012 e sono stato risarcito, nella percentuale che vi ho detto all’inizio di questo post, a ottobre del 2013 dopo una raccomandata, due viaggi alla ASM e un paio di e-mail tramite posta certificata.

Per concludere, vi presento “la mia buca”. Dopo il mio incidente e la relativa segnalazione alla Polizia Municipale è stata ricoperta:

La "mia buca"
La “mia buca”

Spero di esservi stato utile.

Se avete avuto esperienze simili e volete lasciare un vostro commento siete liberi di farlo; potreste essere d’aiuto per qualcuno.

Altri articoli su questo blog dedicati all’argomento buche sull’asfalto:

Che si fa a Prato in agosto?

E’ una domanda che molti si pongono ogni estate, per lo meno tra coloro che restano in città durante uno dei mesi più caldi dell’anno.

Consultando l’agenda web degli appuntamenti che si terranno a Prato nel mese di agosto devo dire che qualcosa di interessante c’è, per tutti i gusti e per tutte le età. Il sito Prato Estate 2013 mette a disposizione diverse informazioni in proposito. Per chi non ha molta dimestichezza con le ricerche sul web, link, allegati, ecc. riporto per comodità, a seguire, gli appuntamenti in cartellone proposti dal Comune di Prato.

Prato Estate - foto e grafica Stefano Saldarelli
Prato Estate – foto e grafica Stefano Saldarelli

Programma Prato Estate 2013

  • Lunedì 5 agosto 

ore 21.30 – Lazzerini, corte sculture ingresso libero
Musica dal vivo – Sempre amore
Eseguono brani Stefania Scarinzi, Renato Sellani, Nico Gori, Massimo Moriconi, Stefano Bagnoli

  • Martedì 6 agosto 

ore 17,00 – Biblioteca Lazzerini ingresso libero
Per i bambini – Le mani in pasta
Tecniche artistiche per bambini

ore 21.30 – Chiostro S. Francesco ingresso libero
Musica barocca dal vivo – Musica nei chiostri / Bassorilievi a 7 corde
Recital di viola da gamba con Francesco Tomei

  • Mercoledì 7 agosto 

ore 21.30 – Giardini di piazza Mercatale ingresso libero
Musica dal vivo – Giovani talenti on stage
Sir Rick Bowman (rock/songwriting) + Sunnyvale Creeperz (Garage rock)

  • Giovedì 8 agosto 

ore 17,00 – Biblioteca Lazzerini ingresso libero
Per i bambini – Le mani in pasta
Tecniche artistiche per bambini

ore 21.30 – Lazzerini, corte sculture ingresso libero
Musica dal vivo, le note del cinema – Musica dal grande schermo
I solisti dell’Orchestra Artes. Gabriele Bellu, primo violino

  • Venerdì 9 agosto 

ore 21.30 – Palazzo Datini ingresso libero
Musica Jazz dal vivo – About Yeats
I versi di Yeats tra jazz e suggestioni con Giorgio Rossini Trio

ore 21.30 – Giardini di piazza Mercatale ingresso libero
Musica noise-punk dal vivo – Giovani talenti on stage
Topsy The Great (noise punk)

  • Lunedì 12 agosto 

ore 21.30 – Lazzerini, corte sculture ingresso libero
Musica dal vivo: omaggio appassionato ai classici del jazz e alle grandi canzoni italiane ed europee – Songbook
Gianna Grazzini, Alessandro Galati, Guido Zorn, Walter Paoli

  • Martedì 13 agosto 

ore 21.30 – Chiostro di S. Francesco ingresso libero
Musica barocca dal vivo – Musica nei chiostri / Soavi affetti
Con Anna Clemente, clavicembalo e Patrizio Focardi, violino barocco

  • Mercoledì 14 agosto 

ore 21.30 – Giardini di piazza Mercatale ingresso libero
Musica dal vivo: dance-music – Giovani talenti on stage
Mum drinks milk again (stoner rock)

  • Venerdì 16 agosto 

ore 21.30 – Giardini di piazza Mercatale ingresso libero
Musica dal vivo:  trio strumentale pratese – Giovani talenti on stage
Fantastic Bra (stoner rock) + Kenny muore sempre (rock/lo-fi)

  • Lunedì 19 agosto 

ore 21.30 – Lazzerini, corte sculture ingresso libero
Musica dal vivo: quintetto strumentale che esegue il primo repertorio del grande Stevie Wonder rielaborati in chiave Jazz e Swing – Stevland
Claudia Tellini, Emanuele Parrini, Riccardo Galardini, Nicola Vernuccio, Walter Paoli

  • Martedì 20 agosto 

ore 17 – Biblioteca Lazzerini ingresso libero
Per i bambini – Le mani in pasta
Tecniche artistiche per bambini

  • Martedì 20 agosto 

ore 21.30 – Chiostro di S. Francesco ingresso libero
Musica dal vivo: Recital di tiorba (grande liuto) e chitarra spagnola – Musica nei chiostri / Danse la nuit
Recital di tiorba e chitarra spagnola con Simone Vallerotonda

  • Mercoledì 21 agosto 

ore 21.30 – Giardini di piazza Mercatale ingresso libero
Musica dal vivo: rock-strumentale elettronica – Giovani talenti on stage
Dilatazione (electro rock)

  • Giovedì 22 agosto 

ore 17 – Biblioteca Lazzerini ingresso libero
Per i bambini – Le mani in pasta
Tecniche artistiche per bambini

ore 21.30 – Chiostro chiesa dello Spirito Santo ingresso libero
Musica dal vivo: Musica, voce e costumi d’epoca – Musica nei chiostri / Perle del rinascimento
Con Laura Andreini, soprano e Andrea Benucci, liuto

  • Venerdì 23 agosto 

ore 21.30 – Giardini di piazza Mercatale ingresso libero
Musica dal vivo: contaminazioni sonore tra blues, folk – Giovani talenti on stage
King of the Opera (rock/songwriting)

  • Lunedì 26 agosto 

ore 21.30 – Lazzerini, corte sculture ingresso libero
Musica dal vivo: brani di impronta classica, swing, jazz, rock, pop italiano e world music. Omaggi a Lucio Battisti e Fabrizio De André – Nei dintorni del jazz
Con Matteo Romoli, Alessandro Cavicchi, Andrea Lombardo, Marco Battaglioli

  • Martedì 27 agosto 

ore 17,00 – Biblioteca Lazzerini ingresso libero
Per i bambini: incontri didattici per i più piccoli fino ai 10 anni – A scuola da Filippo Lippi
Racconti e laboratori creativi per bambini

ore 21.30 – Chiostro chiesa dello Spirito Santo ingresso libero
Musica dal vivo – Musica nei chiostri / Il ‘700 tra due venti
Ensemble Amadigi

  • Mercoledì 28 agosto 

ore 17.00 – Biblioteca Lazzerini ingresso libero
Per i bambini: incontri didattici per i più piccoli fino ai 10 anni – A scuola da Filippo Lippi
Racconti e laboratori creativi per bambini

ore 21.30 – Biblioteca Lazzerini, corte sculture ingresso libero
Mostra fotografica: Prato in dub
Proiezione serale delle foto di Darragh Hehir

ore 21.30 – Giardini di piazza Mercatale ingresso libero
Musica dal vivo – Giovani talenti on stage
Blue Willa (art punk)

  • Giovedì 29 agosto 

ore 17 – Biblioteca Lazzerini ingresso libero
Per i bambini: incontri didattici per i più piccoli fino ai 10 anni – A scuola da Filippo Lippi
Racconti e laboratori creativi per bambini

ore 21.30 – Lazzerini, corte sculture ingresso libero
Musica e cinema dal vivo: quando i film muti venivano accompagnati da musica eseguita live al piano: Le comiche al cine! Teatro dei suoni

  • Venerdì 30 agosto 

ore 21.30 – Giardini di piazza Mercatale ingresso libero
Musica dal vivo:  folk band – Giovani talenti on stage
Mangiacassette + Quanti (songwriting/lo-fi)

 

Foto e grafica: Stefano Saldarelli
Foto e grafica: Stefano Saldarelli

Per chi ama il grande schermo e preferisce trascorrere le proprie serate d’agosto al Castello dell’Imperatore, ecco il link al sito ufficiale. Non ho la possibilità di riassumere in questo post tutta la programmazione dei film di agosto poiché al momento della stesura di questo post, sul sito ufficiale TerminaleCinema, la programmazione si ferma al 4 agosto ed è quella che vi ripropongo a seguire.

  • 2 Agosto

TUTTI PAZZI PER ROSE
di Régis Roinsard
Con Romain Duris, Déborah François

  • 3 Agosto

LA GRANDE BELLEZZA
di Paolo Sorrentino
con Toni Servillo, Carlo Verdone, Sabrina Ferilli

  • 4 Agosto

LA MIGLIORE OFFERTA
i Giuseppe Tornatore
Con Geoffrey Rush, Jim Sturgess

E a settembre?

A settembre Prato organizza altri eventi all’interno del Settembre pratese. Nuovo mese, nuovi appuntamenti. Per non perder tempo gli eventi in cartellone del “Settembre pratese” cominciano in concomitanza con l’ultimo evento della Prato Estate.

  • Venerdì 30 agosto 

ore 21.00 – Piazza del Comune a Prato
Musica dal vivo: “Prato di stelle”. Tanti talenti pratesi in un unico evento. Francesco Guasti reduce da “The voice”. Bleba. Il tenore Matteo Benvenuti. Ilenia Morganti direttamente da “Amici”.

 

Nota: eventuali variazioni sul programma sono indipendenti dalla mia volontà. Prima di recarvi sul luogo per assistere agli eventi di cui sopra vi consiglio di consultare il sito Prato Estate 2013 o il sito Settembre Pratese 2013 o il sito TerminaleCinema per approfondire l’argomento e per avere conferme sull’evento da voi scelto.

Per consultare in dettaglio tutti gli eventi citati in questo post potete accedere ai seguenti siti:

Napapijri in passerella a Prato

Giovedì 11 luglio si è svolta in Piazza del Duomo a Prato la quinta edizione della sfilata di moda “Imbastire un Sogno. Cucire un’Idea”, un appuntamento che ha richiamato moltissime persone e che ha coinvolto tante attività commerciali e istituzioni locali.

Orologio Duomo Prato - Foto: Stefano Saldarelli
Orologio Duomo Prato – Foto: Stefano Saldarelli

Gran bella serata. Devo dire che ho avuto un’ottima impressione in merito a questa risposta pratese alle più blasonate sfilate di moda fiorentine o, se vogliamo, milanesi.

L’iniziativa è partita dai commercianti di Prato, promossa da Confartigianato, patrocinata da Comune e dalla Provincia e sostenuta col contributo della Camera di Commercio di Prato. Una chiara risposta della città ai malumori e al clima di incertezza che oramai si sono diffusi un po’ ovunque.

Serena Magnanensi - presentatrice della serata
Serena Magnanensi – presentatrice della serata

Ho assistito a gran parte dell’evento percependo fin da subito un clima di professionalità e apprezzano l’ottimo livello dell’organizzazione. Cose che non sono del tutto scontate oggi giorno. Brava la presentatrice Serena Magnanensi che ha saputo “cucire”, è il caso di dirlo, una serie di elementi tra loro apparentemente simili per tipologia di settore ma decisamente diversi per target di utenza a cui ogni collezione e proposte moda si rivolgevano.

La nota stonata, se pur piccola e probabilmente percepita da pochi, è stata offerta dalle gocce di pioggia che nel pomeriggio hanno bagnato i fondali lasciandovi in ricordo delle macchie sui bordi superiori e inferiori. Per la loro conformazione apparentemente non casuale, credo che i più le abbiano scambiate per un elemento decorativo simile alle macchie di Rorschach.

In passerella hanno sfilato le scuole di moda e sartoriali del territorio ma anche le aziende e i negozi del distretto che hanno presentato dei bellissimi capi moda e accessori. Non me ne voglia John Malkovich, che ammiro tantissimo come attore ma, in tutta onestà, la performance della sua collezione mi ha meravigliato per il numero esiguo di capi presentati e per la mancanza di elementi caratterizzanti, pur trattandosi di un saggio della nuova collezione. Comunque, a parte le opinioni, ovviamente personali, la serata è stata in generale un gran successo.

Sono rimasto meravigliato per la qualità dei lavori presentati dagli studenti delle scuole di moda. Dimostrazione chiara e inconfutabile che la creatività non è morta purché si voglia e si possa dare spazio a chi lo merita per esprimersi al meglio. Questa sfilata è stata la degna occasione per portare in luce lavori di notevole fattura.

Le aziende pratesi presenti in passerella hanno offerto al pubblico un ventaglio di proposte che hanno sicuramente soddisfatto gusti ed esigenze di tutti. Ricordo volentieri i nomi dei negozi che hanno portato sul palco capi moda uomo, donna, bambino e accessori: Arte Pellicceria, XDifferent, PFP Store, Un Mondo di Cose, Simona Abbigliamento bambini, La Bottega dell’Ottica, Must Have, Vita Pippinella Hop (come da elenco riportato nel comunicato stampa della Confartigianato di Prato).

Chi segue il mio blog sa che ho un particolare riguardo verso gli amici del PFP Store di via Cairoli, angolo con via Pugliesi. Desidero quindi soffermarmi qualche istante sulla collezione da loro presentata, anche perché è stata la prima volta in passerella per questo nuovo marchio pratese.

Non sono un operatore del settore della moda e tantomeno un critico di una rivista specializzata. Parlerò di moda da semplice spettatore della sfilata a cui ho assistito. A seguire potete vedere alcuni momenti della sfilata PFP Store – Napapijri. Altre foto sono disponibili sulla pagina Facebook PFP Store

PFP Store, rivenditore ufficiale Napapijri, ha proposto al pubblico una ricca selezione dagli ultimi capi moda e accessori del noto brand internazionale. La caratteristica più evidente che ho riscontrato nei prodotti che ho visto in passerella è riassumibile nella loro connotazione sportiva, praticità e libertà di movimento apprezzabile in ogni capo. Lo stile particolare e ricercato e i dettagli con cui sono rifiniti i prodotti permettono di combinare con creatività i capi e gli accessori permettendo di creare un look sempre diverso e adatto ai vari momenti.

Modelli e modelle hanno evidenziato i dettagli e gli interni dei coprispalla e giacche, sfoggiando contemporaneamente alcuni accessori tra cui gli zainetti Voyage Sned, uno dei prodotti commerciali più ricercati della Napapijri , grazie anche alle 17 versioni colore con cui vengono proposti e il prezzo in linea con la tipologia di prodotto e l’alta qualità dei materiali con cui è realizzato.

Tra i vari articoli presentati sono sfilati alcuni costumi e pantaloncini uomo, donna e borsoni mare.

Sfilata ricca, colorata e interessante sotto il profilo della qualità e dell’offerta.

Link di approfondimento: