Droni nello spot della nuova Renault MEGANE

Taglio cinematografico, atmosfere drammatiche, un circuito automobilistico come location, diverse comparse e l’impiego di droni in scena.

“Un team di scienziati ha realizzato un esperimento inedito”, questo è il messaggio che sta alla base dello spot della nuova Renault MEGANE e su cui si sviluppa la storia nell’arco di 1 minuto.

Il montaggio ci regala dettagli dell’auto alternati a immagini che ritraggono il suddetto team di scienziati impegnati nella loro ricerca che vede come soggetti di studio due persone comuni.

Simulatori di guida, tute dotate di sensori, attività fisica, computer, strumenti… un protocollo rigoroso dove nulla viene lasciato al caso. Tutto viene monitorato per preparare i soggetti al test vero e proprio: provare l’auto su strada e analizzarne le reazioni alla guida.

Due auto, due piloti, due direzioni opposte, un espediente narrativo che tende a sottolineare che la Renault MEGANE è un’auto che si colloca all’interno di un segmento di mercato che soddisfa le esigenze di un’ampia fascia di utenti, oltre a voler sottolineare la “scientificità” dell’esperimento in sé.

Le auto partono, i sensori delle tute indossate dai piloti iniziano a trasmettere i dati biometrici alle postazioni di controllo. Lungo il percorso di guida sono dislocati numerosi strumenti in grado di tracciare il passaggio delle auto. Le informazioni raccolte vengono analizzate dagli immancabili tecnici asiatici che con la loro presenza contribuiscono a trasmettere allo spettatore un’elevata connotazione tecnico-scientifica e la “serietà” dell’esperimento stesso.

Come una sorta di “ciliegina sulla torta” a circa metà dello spot entrano i scena i droni. In questo momento storico rappresentano un totem attraverso il quale sintetizzare concetti come tecnologia, scienza, ricerca, monitoraggio e anche fascino per qualcosa di non ancora ben collocato nel quotidiano di molti, soprattutto se prendiamo in esame i droni civili ad uso professionale, come in questo caso.

Renault Megane

Il primo ottocottero compare in secondo piano, fuori fuoco, dietro ad uno dei piloti, inquadrato dal posto del passeggero attraverso il finestrino di guida. Segue la traiettoria dell’auto e supera il soggetto in movimento uscendo immediatamente dall’inquadratura. La scena successiva mostra alcuni tecnici con in mano i radiocomandi necessari per pilotare i droni. Subito dopo vediamo la nuova Renault MEGANE, al centro della scena, con ben quattro droni (a giudicare dalle immagini direi che si tratta di S1000 della DJI) che la circondano e la seguono alla stessa velocità monitorandone le performance, o almeno questa è l’impressione che lo spettatore percepirà nel godersi queste immagini.

Il test prosegue con prove di tenuta su bagnato e al termine dell’esperimento gli scienziati, dopo aver elaborato la mole di dati ricavati, giungono alle loro conclusioni scientifiche…

Una stretta di spalle è la sintesi perfetta che palesa il “team manager” circondato da tutti i tecnici che hanno partecipato al test. L’inquadratura non lascia dubbi in merito alla rassegnazione dell’esperto nell’osservare i risultati ottenuti.

In conclusione: “Vuoi scoprire cosa si prova? Guidala!”. Con questo invito all’azione lo spot passa al quadro finale che mostra l’auto e lancia il claim: “Nuova Renault Megane – Wake up passion”.

Crediti e approfondimenti:

  • Advertising Agency: Publicis Conceil, France
  • Executive Creative Director: Marcelo Vergara
  • Art Director: Thomas Roques
  • Copywriter: Antoine Giraud
  • Account managers: Patrick Lara, Adrien Dumont, Jessy Teboul, Arnault Bernardin, Sacha Garel, Karim Ben Hamida
  • Producers: Pierre Marcus, Nathalie Levincent / Prodigious
  • Director of photography: Paco Femenia
  • Informazioni sullo spot dal sito web: http://adsoftheworld.com/
  • Lo spot TV Renault Megane dal canale YouTube di: Renault Italia
  • L’immagine tratta dello spot “Renault Megane: Wake up your passion” su cui sono inquadrati i droni, dal sito: Just Marketing News
Annunci

Dronitaly, album fotografico della due giorni milanese dedicata ai droni

Veni, vidi, vinsi…

almeno in termini di contenuti, contatti, opportunità e per il piacere di aver potuto parlare con tante persone, tutte molto motivate nel portare avanti i propri progetti all’interno del settore droni.

Dronitaly 2015

25 e 26 settembre 2015, Centro Congressi Ata Hotel Expo Fiera Milano. Una due giorni intensa caratterizzata dalla presenza di molti espositori del settore ed esperti impegnati nei numerosi convegni in programma.

Un Dronitaly ricco di connessioni positive tra aziende e pubblico, appassionati e professionisti, produttori e tecnici, piloti di APR e anche hobbisti e curiosi.

badgeDevo dire che mi sono divertito; da espositore non è facile vivere una fiera in modo rilassato ma nonostante la comprensibile e prevedibile stanchezza ho trovato molto piacevole e rigenerante poter parlare con le persone che ho incontrato presso i loro stand, le aree convegni e quelle che sono venute a trovarmi presso la mia area espositiva.

Con questo post vorrei ringraziare tutti.

Tutti chi?

Prima di tutto gli organizzatori di Dronitaly: lo staff Mirumir che si è prodigato per soddisfare le esigenze degli espositori, comprese le mie. Poi voglio ringraziare il pubblico, senza il quale un evento come questo non avrebbe ragione di esistere. Infine voglio ringraziare gli espositori, quelli che ho incontrato e quelli con cui non ho potuto parlare per ragioni di tempo ma i cui sforzi e le rispettive professionalità sono emerse grazie a ciò che hanno presentato in fiera e che ho potuto documentare.

Ho fatto qualche foto per ricordare Dronitaly 2015 e per contribuire, nel mio piccolo, a dare visibilità a coloro che erano in fiera a lavorare. Riporterò a seguire un “album fotografico” indicando il nome dell’azienda a cui si riferiscono le foto e i rispettivi marchi rappresentati. Magari chi leggerà questo post sarà interessato a contattarne qualcuna con l’intento di avviare un rapporto di lavoro, chissà 🙂

Ecco il mio Virtual Dronitaly 2015. Se avessi involontariamente dimenticato qualche azienda, vi prego di perdonarmi e di segnalarmi l’eventuale mancanza.

3D Target – Headwall – Teax – Tetracam – Velodyne – Flir – NcTech

 

Accademia del Volo

 

Achrom (io)

 

ADPM

 

Aermatica – Archidron – Dronetech UAV

 

Aerodron – Pix4D

 

AerRobotix – Fotovolante

 

AiviewGroup – Aibotix Italia – Dedrone – Lehmann Aviation

 

Amabilia

 

AprFlyTech

 

Assorpas

 

Aviosuperficie Club Astra

 

Consorzio in-Remote – Cinefly – Fly In – North West Service

 

DroneInside

 

Dronezine

 

Euro USC International – Euro USC Italia

 

Eye Drone – Mikrokopter – Allianz

 

FIAPR

 

FlyTop

 

FlyValue – MultirotorSystems

 

Foto-Notiziario

 

Geoskylab – Cabi Broker di Assicurazioni

 

Gruppo Securitas

 

HdB Insurance Broker

 

Helicampro – Micropilot

 

HobbyHobby Italia – DJI – Walkera – GoPro

 

iDroni – Mesodrone – Husban – Eadrone – JJRC

 

Italdron – Zerotech

 

Menci Software – SenseFly

 

MicroGeo – Aeromax – Agisoft – iFly

 

Momicon & Partners

 

Pagnanelli Risk Solutions LTD

 

Pro S3 Unmanned Technologies – Studio Associato R3D

 

Progetto S3T

 

Sal Engineering

 

Polizia di Stato II Reparto Volo Milano Malpensa

 

Sharper Shape LTD

Siralab

 

Skyrobotic

 

Topoprogram & Service

 

Al-To-Drones – Trimble Geospatial – Service Drone-Multirotor

 

Yuneec Europe

 

Zefiro Ricerca & Innovazione

 

A tutti voi… un saluto e GRAZIE!

UUn saluto in perfetto stile vulcaniano dal Dronitaly2015
Un saluto in perfetto stile vulcaniano dal Dronitaly2015 – termocamera montata su SAPR allo stand “Sal Engineering”

Link: