Il drone che puoi davvero indossare – Drone JeweL

Drone JeweL è il “drone” che puoi realmente indossare.

Il 2014 è stato “l’anno dei droni”, almeno secondo alcune testate giornalistiche che si occupano di tecnologia e sviluppo sociale. Abbiamo letto e sentito di tutto su questi meravigliosi, affascinanti e talvolta anche discussi oggetti volanti non meglio identificati. C’è chi li chiama semplicemente droni, mettendoci dentro un po’ di tutto e c’è chi invece li definisce con gli acronimi più disparati. Da SAPR (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) agli UAV (Unmanned Aerial Vehicle), UAS (Unmanned Aerial Systems), RPAS (Remotely Piloted Aircraft Systems), RPA (Remotely piloted aircraft)…

Si è anche parlato molto di tecnologie smart e di SAPR in grado di seguire autonomamente soggetti in movimento, di droni talmente piccoli che stanno in una tasca, altri nel palmo di una mano o addirittura che possono essere “indossati” come un braccialetto, per poi librarsi in cielo comandati da uno smartphone.

Cavalcando la tendenza del momento e proiettando il concetto di indossabile, con particolare riferimento al design dei droni, la Achrom ha realizzato un pendente da uomo e uno da donna che celebrano l’idea del volo attraverso la riproduzione stilizzata di un drone. Il concept creativo, firmato da Stefano Saldarelli, sintetizza il design di un drone esacottero, l’aeromobile a controllo remoto munito di 6 rotori che rappresenta il punto di mezzo tra i più diffusi droni quadricotteri – droni con 4 motori – e gli ottocotteri, meno diffusi ma decisamente pensati per un uso esclusivamente professionale, soprattutto in quei casi in cui il payload richiesto (carico trasportato dal drone) sia tale da richiedere un maggior numero di motori in grado di conferire, oltre che potenza, anche maggiore stabilità e manovrabilità in rapporto al carico e alla dimensione che questo occupa.

DroneJewelI Drone JeweLs nascono con l’idea di creare una linea di accessori moda pensati per coloro che sono appassionati di droni, che lavorano in questo ambito e che vogliono affermare il proprio carattere e stile di vita indossando un oggetto di design, unico e altamente rappresentativo.

Pur non celando all’interno della propria scocca componentistiche di alto livello tecnologico in grado di permetterne il volo, i Drone JeweLs nascono dallo studio di un logo – che è poi diventato l’elemento distintivo di una pagina Facebook dedicata al mondo dei SAPR, il cui nome è appunto DRONE – e l’unione di tecnologie di altissimo livello che partono dalla progettazione dei pendenti attraverso un software di disegno 2D, successivamente alla elaborazione di tutte le parti di cui sono composti e l’ottimizzazione di ognuna su un programma di modellazione 3D per poi arrivare alla prototipazione e alla realizzazione degli stampi per la fusione del metallo attraverso l’impiego di stampanti 3D. Tutti processi che vedono il percorso creativo, progettuale e produttivo per certi versi molto simile a quello necessario per realizzare i veri droni.

Drone JeweL è un accessorio moda di grande impatto visivo, elegante, gioca di anticipo rispetto alle tendenze moda del momento che sicuramente nei prossimi anni attingeranno dal settore dei droni per ispirarsi e realizzare abiti e accessori che sfileranno in passerella o campeggeranno nelle grandi riviste moda.

Drone JeweL è disponibile in due versioni, MAN e WOMAN, simili per forma ma non per dimensioni e finiture.

Particolare delle confezioni dei Drone JeweL by Stefano Saldarelli
Particolare delle confezioni dei Drone JeweL
by Stefano Saldarelli

Drone JeweL Man è di dimensioni contenute, bicolore, minimal ma capace di farsi notare e di attrarre attenzione. Il metallo utilizzato è l’ottone, fuso in appositi stampi. La struttura centrale è trattata in modo da conferirle un color cromo lucido mentre i sei rotori sono in color canna di fucile. Sono completati da una sagola marina regolabile in lunghezza le cui estremità sono caratterizzate e nobilitate dalla presenza di due finali in metallo – sempre realizzati tramite fusione di ottone in stampi prodotti con stampanti 3D – che riproducono i dadi di serraggio delle eliche dei veri droni. Sagola marina di colore nero e i due finali in colore cromo lucido completano il Drone JeweL Man.

Drone JeweL MAN
Drone JeweL MAN

Drone Jewel Woman è più grande rispetto alla versione maschile. Grandezza, lucentezza, design e l’aggiunta di 6 cristalli di dimensioni diverse, posizionati in corrispondenza del fulcro di rotazione dei motori, conferiscono al pendente caratteristiche estetiche uniche.

Drone JeweL WOMAN
Drone JeweL WOMAN

Il particolare sistema di rodiatura, definito BiAchrom, ha permesso di caratterizzare i Drone JeweLs conferendo alle superfici due tonalità cromatiche lucide (cromo e canna di fucile) di grande forza e allo stesso tempo neutre, capaci di adattarsi a qualsiasi colore di pelle, occhi, capelli e abiti indossati.

Drone JeweL WOMAN e MAN
Drone JeweL WOMAN e MAN

Drone JeweL è il regalo unico e originale per ogni occasione speciale.

Per ulteriori informazioni o per ordinare adesso il tuo DRONE JEWEL clicca qui

 

Regola #2: se vuoi diventare pilota SAPR prima devi farti la domanda fondamentale

Il drone non è il fine ultimo ma un mezzo col quale puoi raggiungerlo.

Molti mi chiedono informazioni sui droni ma spesso capita che altrettanti non sappiano ancora cosa fare con esattezza con un drone. Dopotutto… “va di moda”.

E’ ovvio che i professionisti del settore si siano già posti da tempo le “domande fondamentali” e in questo momento staranno svolazzando da qualche parte con i loro bei droni ad ala fissa o rotante ma… gli altri, quelli che cominciano adesso, se la sono posta “la domanda?”

regola 02Ebbene sì, esiste la domanda chiave ed è questa: “Ciò che desidero fare col drone, sarebbe possibile farlo anche senza?”

Se la risposta è “NO”, ok state percorrendo la strada giusta. Se invece è “Sì” vi consiglio di riflettere sul da farsi.

E’ ovvio che se avete dato la risposta negativa ma avete in mente di usare il drone per consegnare uova fresche di struzzo ai lapponi, vi consiglio di riflettere meglio sugli obiettivi che vi siete posti. Prima individuate gli obiettivi (sensati), cosa vi occorre per completare il drone (sensori, videocamere, fotocamere, ecc.), la formazione (sapere usare i suddetti dispositivi/sensori e pilotare il drone), i clienti potenziali (quindi il target di utenza) e il costo totale per mettere in piedi la baracca (budget).

Lo so, vi capisco, avere il drone fa figo…

Se volete fare i fighi, prima compratevi l’attrezzatura necessaria allo svolgimento della vostra professione / progetto / obiettivo, poi verificate se è opportuno impelagarvi con droni, dirigibili, mongolfiere, aquiloni, teletrasporti, tardis, ecc. Ad esempio, per chi fa il videomaker, la maggior parte delle volte può bastare un’asta telescopica o un “camera crane” per poter effettuare delle ottime riprese dall’alto, fluide e in sicurezza…

Quindi, se vuoi  solo baloccarti, non ti servono scuole o droni particolari. Ti basta quello che ti puoi permettere e che ti va di pilotare andando in qualche campo di volo o in un campo privato. Se invece vuoi darti al “dronismo” (pare una dieta o una religione), fatti prima un progetto e valuta se il drone può servirti o meno per raggiungere i tuoi scopi.

Seguimi anche si Facebook alla pagina DRONE

Dall’analogico al digitale il percorso di ultra quarantenne fan di Arnold Schwarzenegger

Chi frequenta questo blog, e chi mi conosce personalmente, saprà che tra le mie innumerevoli passioni si inserisce a pieno titolo quella che coltivo, fin dall’età di 13 anni, per Arnold Schwarzenegger.

Non mi piace usare il termine fan per definirmi perché è facile tradurlo o associarlo a fanatismo o fanatico. Termini che propendono verso una sorta di patologia o forma di “fondamentalismo” per qualcosa o per qualcuno. Mi sento più un ammiratore o un estimatore di questo atleta, politico, uomo d’affari e attore. Non mi dilungherò su questo post nel narrare l’origine e gli sviluppi di questa mia passione. Se volete conoscere “come tutto avvenne” potete visitare il link “il mio amico Arnold“.

A 13 anni collezionavo poster e ritagli di giornale che parlavano o ritraevano Arnold Schwarzenegger nelle vesti di attore o atleta. All’epoca le due cose coincidevano a tal punto che il genere “action movie”, caratterizzato da botte, schianti, muscoli e adrenalina, è stato inevitabilmente associato ai film di Schwarzenegger e a quelli di Stallone, due agonisti-antagonisti che a suon di film sono stati consacrati, negli anni ’80, attori di fama internazionale e “generatori di denaro” ai box office.

Dal 2004 collaboro, fornendo contenuti grafici, con il Fan Site Schwarzenegger.it. Mera passione che porta a dedicare una parte del proprio tempo libero allo sviluppo e manutenzione del sito e dell’omonima pagina Facebook. Non ritaglio più giornali e riviste con le foto di Arnold ma mi occupo della grafica digitale realizzando banner, jpg, gif, png, template e header. Cambiano i metodi, si avvicendano le tecnologie ma la passione per questo personaggio resta. Paolo Iommi, ideatore, fondatore webmaster di Schwarzenegger.it, gestisce e cura amorevolmente la “sua creatura” lavorando di cesello, come un artigiano della tecnologia,  popolando il sito di contenuti e sviluppando l’html. Di recente si sono aggiunti alla “ciurma” di Schwarzenegger.it un paio di amici, appassionati di Arnold che stanno egregiamente contribuendo al mantenimento della pagina Facebook e a ricercare informazioni aggiornate in rete su Arnie.

Terminator 3 – Le macchine ribelli

Col ritorno al cinema della quercia austriaca, Paolo ed io abbiamo deciso di realizzare dei “fan site” dedicati ad Arnold e ai film di Schwarzenegger 2.0. Parliamo delle pellicole che è tornato a girare a distanza di dieci anni dall’uscita di Terminator 3 (2003). Il nostro intento è di creare dei siti di presentazione in grado di raccogliere informazioni, foto e video che interessano i fans di Arnold o cinefili appassionati del genere action movie. Un omaggio che facciamo a noi stessi e al “nostro amico Arnold”.

The Last Stand – L’Ultima Sfida

Il primo esperimento di questo genere ha visto la luce con l’uscita di The Last Stand, distribuito in Italia da Filmauro, uscito a gennaio 2013. Film che ha permesso a Paolo, mia moglie Antonella (all’epoca fidanzata) e a me, di assistere il 25 gennaio 2013 a Roma, alla conferenza stampa di presentazione del film alla presenza di Arnold Schwarzenegger e di una parte del cast del film. Posso dire di aver coronato un sogno. Se volete potete approfondire questo argomento visitando il link “il mio amico Arnold” dove troverete foto e la descrizione della giornata.

Come abbiamo saputo dell’uscita del film in Italia, Paolo ed io ci siamo messi in moto per realizzare il “fan site” dedicato a The Last Stand; parliamo di ottobre 2012. Questo è il risultato del nostro lavoro (visita il nostro fan site)

The Last Stand - Fan Page
The Last Stand – Fan Page
Escape Plan

A ottobre 2013 arriverà in Italia l’attesissimo film “ESCAPE PLAN” distribuito in Italia dalla 01 Distribution. Questa volta Arnold Schwarzenegger non è protagonista ma rivestirà un ruolo importante affiancando l’attore principale che è Sylvester Stallone. Un comprimario che per i fans di Arnold sarà il vero protagonista. Per i fans di Stallone, Arnold sarà poco più di una “spalla”. L’eterna “rivalità” tra i due personaggi si riflette ovviamente anche sui rispettivi fans.  Ovviamente non potevamo esimerci dal realizzare un fan site per questo film e, detto fatto, prima di ogni sito ufficiale siamo usciti con il nostro fan site (visita il nostro fan site).

Fan Site - Escape Plan
Fan Site – Escape Plan

Passano gli anni, mutano le tecnologie e maturare, portando con sé le proprie passioni, è un’esperienza piacevole che vivo come se rivedessi un film lungo circa trent’anni.

Se anche voi vivete delle passioni per qualcosa o per qualcuno e nella vostra vita avete fatto un’esperienza che vi ha portato vicino o vi ha addirittura permesso di coronare un vostro desiderio o sogno, qui potete sfogarvi e raccontare di voi! Sicuramente ci capiamo 🙂

NOTE: Il lavoro realizzato su Schwarzenegger.it e sui siti e pagine web ad esso collegati è ad opera di fans, appassionati di Arnold Schwarzenegger. Non vi è alcun scopo di lucro e non vi è alcuna intenzione di infrangere le leggi sul copyright. Tutti i marchi appartengono ai legittimi proprietari.

Link di approfondimento e crediti:

Napapijri a Prato. Dal freddo del Circolo Polare Artico alla calda notte pratese.

Giovedì 11 luglio 2013, quinta edizione della sfilata “Imbastire un Sogno. Cucire un’Idea”, promossa da Confartigianato, patrocinata da Comune e dalla Provincia e sostenuta col contributo della Camera di Commercio di Prato.

Prato – Piazza del Duomo – domani a partire dalle 21:30, si svolgerà l’attesa sfilata di moda “Imbastire un Sogno. Cucire un’Idea” all’interno del secondo appuntamento dei “giovedì dello shopping a Prato“. L’evento nell’evento che sicuramente catalizzerà l’attenzione del pubblico, sia di quello più attento e appassionato al mondo delle griffe e della moda in generale,  sia quello che attende con piacere, nella propria città, eventi in grado di animare a festa le piazze.

Studenti di scuole di moda e di sartoria attraverso questa esperienza arricchiranno il loro percorso formativo mostrando le proprie creazioni su una passerella prestigiosa. John Malkovich sarà presente attraverso la sua collezione uomo che sfilerà in modo originale indossata da modelle. Aziende del territorio presenteranno i propri prodotti di punta acquistabili nella stessa serata o nel corso dei giorni successivi all’interno degli stessi esercizi commerciali. Tutto questo si alternerà giovedì sera nella meravigliosa Piazza del Duomo di Prato nel corso della sfilata che offrirà uno spettacolo di creazioni artistiche e di moda meritevoli di attenzione. Un appuntamento in grado di offrire una visione d’insieme sullo stato di salute della creatività e del senso di “fare impresa” a Prato attraverso iniziative concertate a cui lavorano in sinergia più parti. Un bellissimo esempio di collaborazione.

PFP Store, rivenditore esclusivo Napapijri per Prato, porterà sul palco una collezione di grande valore e importanza per numero e diversità di capi presentati. E’ il primo vero appuntamento ufficiale con la città che permette a Francesco Paoletti, titolare dello Store pratese, di presentarsi al pubblico nell’ambito di una serata evento. Dal tempo libero alla moda mare passando per gli accessori e l’abbigliamento sportivo uomo e donna sarà possibile ammirare prodotti che permettono di esprimere al meglio la personalità di ciascuno con una particolare attenzione alla qualità, cura e originalità nei particolari.

Nato alla fine degli anno ’80 dalla Green Sport Monte Bianco di Aosta, oggi Napapijri rappresenta uno dei maggiori brand di moda internazionale caratterizzato da un progetto ben preciso che ha permesso di collocare  i prodotti di questa azienda all’interno di un immaginario che richiama a sfide estreme e avventurose. Dal 2004 Napapijri appartiene ad un network internazionale che distribuisce nel mondo più di 100 marchi.

Grazie al successo ottenuto Napapijri ha progressivamente ampliato la propria offerta arricchendola con capi di abbigliamento e accessori per ogni stagione che soddisfano ampiamente i gusti e le necessità di ogni fascia d’età offrendo sempre comfort ed eleganza in chiave sportiva.

PFP Store è Napaijri a Prato e la sfilata di giovedì 11 luglio è l’appuntamento di punta di questa stagione che si colloca in pieno periodo di Saldi. Nel corso della serata, tra i vari capi di abbigliamento e accessori che sfileranno in passerella, saranno presentati:

lo Zaino VOYAGE SNED in varie colorazioni

Voyage_Sned_Napapijri_Prato10

la giacca uomo in lino, fresca e leggera ASPER LINEN,

ASPER LINEN CAPISPALLA
ASPER LINEN CAPISPALLA

la Giacca donna, comoda e di grande vestibilità ALBA LINEN,

ALBA LINEN CAPISPALLA
ALBA LINEN CAPISPALLA

la pratica, capiente e resistente borsa donna SPORTA 12

SPORTA 12 - borsa
SPORTA 12 – borsa

e i costumi mare uomo VERNON

Costume mare uomo VERNON
Costume mare uomo VERNON

e donna VIRGINIA

Costume donna VIRGINIA
Costume donna VIRGINIA

A questo punto non resta che attendere la sfilata di domani e poi fare un salto al PFP Store per toccare con mano e provare i prodotti visti sfilare in passerella. Eccovi l’appuntamento da segnarvi in agenda: “Imbastire un Sogno. Cucire un’Idea– Prato, giovedì 11 luglio 2013, Piazza del Duomo  a partire dalle 21:30

Nota: i marchi appartengono ai legittimi proprietari. Foto prodotti Napapijri, riferimento sito web Napapijri Italia.

Link di approfondimento:

 

Due date da segnare sul calendario. Un ambo perfetto per il PFP Store.

Un vecchio detto popolare recita: “Chi ha tempo non aspetti tempo” e sicuramente Francesco Paoletti lo conosce molto bene. Le iniziative messe in campo  nel mese di luglio dal giovane imprenditore pratese, titolare del PFP Store, ruoteranno attorno a due serate evento da segnare sul calendario.

Logo PFP Store - Rivenditore esclusivo per prato del brand Napapijri
Logo PFP Store – Rivenditore esclusivo per prato del brand Napapijri

La prima che ci attende è legata alle aperture dei negozi del centro il giovedì sera. Il prossimo 4 luglio dalle 21.00, sarà possibile visitare il PFP Store fino alle 24:00. Durante la serata il negozio si presenterà al pubblico in una veste particolare. L’evento prenderà il nome di “The Independence Day“, sia per la coincidenza con la festa americana, giorno in cui negli USA si commemora l’adozione della dichiarazione di indipendenza, sia come manifesto contro la negatività e la crisi del momento che ci investe un po’ tutti. Una sorta di: “rimbocchiamoci le maniche e diamoci da fare”, ognuno come può ma facciamolo adesso.

La serata del 4 luglio sarà in stile “american graffiti” con musiche e atmosfere che evocheranno il viaggio e la sportività, elementi che legano PFP Store al brand Napapijri.

Non solo atmosfere ma anche sconti per tutti coloro che si presenteranno presso lo Store dalle 21.00 alle 23.00. In queste tre ore sarà possibile acquistare i prodotti Napapijri a prezzi davvero convenienti e, cosa davvero eccezionale,  lo zainetto VOYAGE SNED a soli 30 Euro (prezzo di listino 50 Euro). Un accessorio bello, utile, comodo e resistentissimo da usare durante le prossime vacanze, nel tempo libero, a scuola o in qualunque altro momento. E’ un’occasione da non perdere anche perché il Voyage Sned non è un prodotto solitamente soggetto a sconti e saldi. Un gesto concreto del PFP Store in linea con il manifesto della serata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Parlavamo di grandi appuntamenti in luglio e non poteva mancare quello tradizionale con la sfilata in piazza Duomo che si terrà giovedì 11 e che vedrà in passerella, tra i protagonisti della serata, anche il PFP Store con le nuove linee Napapijri. Una serata da non perdere per la nutrita presenza di elementi esclusivi pensati per creare un evento di moda e spettacolo unico nel suo genere. Per PFP Store sarà anche una sorta di debutto pubblico che lo vedrà protagonista al di fuori del proprio negozio. Un modo intelligente per andare incontro alla gente, per presentare e presentarsi.

Allora non vi resta che segnare sul calendario il 4 luglio, presso il PFP Store in Via Cairoli 47 dove si svolgerà la serata “The Indipendence Day” e il giorno 11 luglio in Piazza del Duomo con la sfilata PFP Store e Napapijri.

Link correlati: