Luna, Mare Imbrium. 17 novembre 1970 ore 03:47 UTC.

17 novembre 1970. Lunokhod 1, il rover russo a controllo remoto, cominciò a passeggiare sulla superficie della Luna rimanendo attivo per ben 322 giorni.

Nel 2009 è stata lanciata una sonda per studiare la Luna. La missione di LRO (Lunar Reconnaissance Orbiter) prevedeva lo studio del nostro satellite, compresa la realizzazione di una mappatura dettagliata della superficie. Dopo circa 40 anni dalla missione Luna 17 che portò il Lunokhod 1 sul nostro satellite, LRO è stato in grado di fotografare il rover russo nella sua area di parcheggio a lui designata 4 decenni prima.

Zona di allunaggio della sonda Luna 17 fotografata da Lunokhod 1
Zona di allunaggio della sonda Luna 17 fotografata da Lunokhod 1

Al passaggio della sonda LRO, Lunokhod 1 era lì, tranquillo, come se aspettasse di essere fotografato, o meglio, di essere ritrovato dopo tutti questi anni. Sembra quasi di vedere WALL-E della Disney Pixar intento ad espletare le sue mansioni, completamente dimenticato dall’umanità. Ovviamente nel caso del Lunokhod 1 l’attività del rover era del tutto esaurita ma mi piace pensare che un barlume di energia lo abbia accompagnato e tenuto attivo in tutti questi anni.

Il “WALL-E” russo è stato più tardi bersaglio di un esperimento condotto dall’osservatorio Apache Point in Nuovo Messico. Questo osservatorio, tra i vari compiti, monitora dal 2000 l’esatta orbita della Luna attraverso sistemi laser che proiettano la luce dalla Terra alla Luna su dei riflettori catarifrangenti lasciati sul nostro satellite durante le missioni Apollo, proprio a questo scopo. Misurando il tempo impiegato alla luce del laser per ritornare sui sensori installati sulla Terra, si è in grado di stabilire la distanza della Luna dalla Terra con uno scarto di circa 12-16cm.

Nell’Aprile del 2010, grazie alla mappatura dell’LRO è stato possibile ritrovare Lunokhod 1 potendo così puntare un raggio laser sui suoi riflettori catarifrangenti offrendo un punto di riferimento in più per le misurazioni delle orbite lunari.

Approfondimenti:

Annunci

10 novembre 1970. 43 anni fa partiva “Luna 17” con a bordo “Lunokhod 1”

Era passato poco più di un anno dal famoso sbarco del primo uomo sulla Luna. La conquista dello spazio e l’esplorazione del nostro satellite non si erano di certo arrestate dopo le missioni Apollo (11 – 12 – 14 – 15 – 17, la missione Apollo 13 non arrivò sulla Luna).

L’URSS non era riuscita ad ottenere il primato di aver posato per prima il piede sulla Luna ma in fatto di primati, sfumato quello più ambito, si diede un gran da fare per non essere da meno impegnandosi in nuove sfide “per arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima” (Star Trek docet).

Il 10 novembre 1970 il vettore Luna 17 portò sul nostro satellite il primo rover esplorativo a controllo remoto, il Lunokhod 1 (letteralmente moonwalker).

Sette giorni dopo una navicella appositamente attrezzata e munita di rampe mobili atterrò sulla superficie lunare nell’area chiamata Mare Imbrium. Poco più di due ore dopo entrò in scena il rover lunare che cominciò a lasciare le sue tracce sulla polvere lunare. Fu un successo, sia per quanto riguarda il primato di essere stato il primo rover a controllo remoto a muoversi sulla Luna e sia perché rimase operativo per ben 322 giorni.

Lunokhod 1 – foto da Wikipedia

Non percorse molti chilometri ma evidentemente se li gustò tutti. scattando più di 20.000 immagini lungo un percorso di 10,5 Km.

Lunokhod 1 fu seguito tre anni dopo dal Lunokhod 2 . Le missioni esplorative russe con i rover a controllo remoto pevedevano anche l’invio del Lunokhod 3 che però non lasciò mai la Terra per mancanza di fondi; oggi questo rover è esposto presso il museo NPO Lavochkin a nord di Mosca.

Ecco alcuni video, anche in russo, che mostrano test, simulazioni e la storia dei Lunokhod

Senza ombra di dubbio possiamo oggi considerare i rover russi Lunokhod 1, 2 e 3 come i “nonni” dei più recenti Spirit, Opportunity e Curiosity che sono su Marte.

Molto interessante questa infografica che mette a confronto le varie distanze percorse dai vari rover arrivati sulla Luna e su Marte.

Infografica che riassume le distanze percorse tra i vari rover, sia quelli allunati e sia quelli che attualmente si trovano su Marte. Il confronto viene fatto tra tutti i tipi di rover, americani e russi, a controllo diretto e a controllo remoto. Questa infografica riporta la data sbagliata in riferimento al tragitto compiuto dal Lunokhod 1. Non è il 1973, come riportato erroneamente, ma il 1970.
Non troverete menzionati i rover dell’Apollo 11, 12, 14 perché in queste missioni non furono portati LRV (Lunar Roving Vehicle)

Approfondimenti e crediti: